Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2008

non-ce-vascello

“Non c’è vascello che eguagli un libro

per portarci in Terre lontane

nè Corsieri che eguaglino una Pagina

di scalpitante Poesia

E’ un viaggio che anche il più povero può fare

senza paura di pedaggio

tanto frugale è il Carro

che porta l’anima all’Uomo”

Emily Dickinson

_______


“Non per allontanarmi dalla realtà, ma per riscoprirla dopo ogni viaggio con occhi nuovi, per coniugare la realtà a quel pizzico d’immaginazione che è il nutrimento per lo spirito dell’uomo libero, la sua eterna voglia di “alzare le vele”.” Laura Pitscheider

______


Questa poesia di Emily Dickinson l’ho trovata nell’articolo “In viaggio verso l’isola” pubblicato da Acquatintared ed nvito i miei amici a scoprire la delicata e nello stesso tempo forte poetica di Laura Pitscheider.


Annunci

Read Full Post »

Avevo avuto occasione di visitare poco dopo la mia nascita in SL due mostre che mi avevano molto attratto: una “new landscapes” mi ricordava molto la fotografia di Ansel Adams per i paesaggi in bianco e nero studiati nelle diverse sfumature del grigio e l’altra “replica”, fotografie di avatar, cloni grigi inquietanti o perlomeno enigmatici, mi appariva come una ricerca molto insolita data l’estrosità coloratissima degli avatar che andavo scoprendo.

second-life-landscape_021

landscape

clones_01

clones

La mostra di Marco Manray su Arena mi ha permesso di capire un po’ di più della sua poetica. Ho avuto la conferma di aver centrato il suo desiderio di diventare un Ansel Adams in Second Life, visitando il suo blog :

http://www.marcomanray.com/artworks.html

ma in questa occasione ho scoperto la sua anima di viaggiatore di mondi alternativi e di novello Marco Polo.

Sono entrata in Arena il giorno prima dell’inaugurazione, ecco cosa mi è apparso:

manray-1

Marco Manray in Cina: gli appunti visivi del suo viaggio nel mondo cinese virtuale parallelo a Second Life.

presentazione-manray

Sono tornata la sera dell’ inaugurazione per sapere qualcosa di più.

Queste le parole della presentazione fatta da Mario Savini

“La mostra di Marco Manray, uno dei net-reporter più conosciuti di Second Life, sembra riprendere quel concetto di “rimediazione” – caratteristica dei nuovi media digitali – proposto da Bolter e Grusin. Sicuramente è l’espressione più chiara che descrive le visioni del “viandante” contemporaneo, colui che non conosce limiti di spazio e che transita da una geografia all’altra, registrando la precaria esistenza dei confini. Ad emergere è l’idea del viaggio, lo stato mentale dell’artista che vede nell’esplorazione l’apertura all’incontro. Ecco dunque l’importanza dell’esposizione in SL di immagini scattate in altri mondi sintetici, in questo caso di un mondo virtuale cinese. Una descrizione che si completa con l’”ipermediazione” di un taccuino Moleskine”

Una piccola parentesi per chi come me non ricorda il taccuino moleskine, leggo e riporto da wikipedia

I moleskine sono dei taccuini prodotti originariamente in Francia nel secolo scorso e divenuti famosi per essere stati usati da diversi scrittori e artisti per appunti, schizzi e annotazioni (ad esempio Ernest Hemingway, Bruce Chatwin, Vincent van Gogh e Pablo Picasso). L’ultimo produttore, una piccola azienda di Tours chiuse nel 1986 e i taccuini divennero introvabili.

Nel 1998 un piccolo editore italiano, Modo&Modo, li ha rimessi in circolazione riproducendo le caratteristiche che già in passato ne avevano fatto un oggetto di culto: copertina nera, angoli arrotondati, fettuccia elastica di chiusura e taschina interna a soffietto.

interno-notebokk-moleskineinterno taccuino moleskine

Li avevo sempre acquistati senza saperne la storia. Non si finisce mai di imparare!

manray

l’inconfondibile Marco Manray, il ragazzo dai capelli blu

manray-cinese

La leggerezza e l’ eleganza dell’allestimento viene accentuata da un soffio di vento che toglie la rigidità all’ immagine fotografica e la rende ancora più viva. Per questo viaggio Manray si è creato un nuovo avatar ragazzo cinese tra i cento fiori.

milla-milla

dall’alto scende planando un avatar orientaleggiante

in-ascolto

Qui stiamo ascoltando le parole di Manray che ci racconta l’esperienza fatta nel mondo virtuale cinese, i diversi incontri con gli avatar fatti di intensi mutismi e di gentilezze reciproche. A volte basta un inchino per capirsi.

i-gemelli

Mi accorgo che i miei occhi non riescono a staccarsi dai due gemelli verdi per me sconosciuti. Guardie del corpo? fans? amici di un altro mondo virtuale o semplici alieni venuti ad invitare Manray nel loro mondo reale? Forse si sono già messi d’accordo per trasportare il fotografo “viandante” sulla loro astronave? pensate che vedremo presto il nuovo reportage da un Manray dalla pelle verde? Quest’idea mi affascina. Alla prossima caro Marco!!! Aspetto un tuo invito.

Read Full Post »

art-international3jpg

art international

colorful paint
on a blue canvas
runs down in strings

crossing borders & languages
flowing into hearts and minds
slowly
at ease

the bottom end
of the canvas
is not the end
of the message

Walter Hoelbling

Read Full Post »

fiona1

Dopo un lungo periodo di assenza da Second Life dovuto ad impegni urgenti in real life faccio una capatina nella mostra fotografica di Fiona. Le fotografie sono molte ma io vengo attratta da una particolare atmosfera del suo cielo, dei suoi alberi e dell’acqua.

il-tuo-cielo

un cielo “en plein air”

vagando

Questi alberi e questo azzurro, tra la bruma, mi invitano a vagare, con i miei pensieri,  nella luce di un’ alba che il nostro mondo virtuale ci mette a disposizione.

silouhette-alberi1

E mi sento leggera come un fuscello, rimanendo così, sospesa:  silouhette notturna che si mimetizza tra i rami lievemente sfocati di Fiona.

Read Full Post »