Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘danza’

Nell’ ‘ultimo padiglione che accoglie la parte storica di Maria Luisa Grimani si può ammirare  il “Giardino dei Segni”. Una lunga ricerca abbinata alla musica e alla danza che ha avuto il suo importante esordio a Lisbona nel 1990 in una mostra presso l’Istituto Italiano di Cultura dal titolo “Il vuoto meraviglioso”.

Il “giardino dei segni” fa parte della trilogia  pubblicata interamente nel blog e presentata anche nel sito di Maria Luisa Grimani in appuntamenti appunti    ” il padiglione d’oro”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Un grazie affettuoso a Paolino Szczepanski per il mazzo di fiori che ho molto gradito.

 

prosegue

Annunci

Read Full Post »

Nessuno mi aveva avvisato del video girato dopo l’inaugurazione della mia mostra Landscapes allestita da Velazquez Bonetto nella sua Camera Obscura. Mexi Lane ne é l’ autrice. Ed é stata una bella sorpresa scoprirlo!. Il gruppo CARP ha danzato all’interno del rombo, un  allestimento fatto con le mie immagini che si scomponevano, cambiavano colore, si alternavano in un gioco quasi da caleidoscopio. Un’opera nell’opera! Ed ora una danza con una perfetta coreografia!  Grazie, ne vado fiera! Eccolo! Basta cliccare sull’immagine:

 

Il party dopo il vernissage dell’installazione di Sarima Giha al CARP METAVERSE FESTIVAL di Diabolus Art Gallery. Esibizione straordinaria di Merlino Mayo,  il corvo.

Read Full Post »

dedico questa mia danza

dedicato-alla-danza

al balletto Signes – Carolyn Carlson Paris Opera Ballet At the “Opera Bastille” Kader Belarbi (étoile) Marie-Agnes Gillot (étoile)


Ho scelto questo balletto per i suoi colori, per la geometria dei gesti, per l’essenzialità della sua coreografia.

Ho fatto sparire Madurai che ha ispirato il balletto della coreografa Carolyn Carlson perchè mi sono accorta che, presa dalla smania di documentare con le immagini il più possibile, avevo dimenticato di raccontare quale veramente fosse la mia fonte di ispirazione. Laura Pitscheider aveva pubblicato nel suo blog acquatintared le lettere che ci siamo scambiate per i nostri “Dialoghi visionari”. Una mostra a tema con opere realizzate per il Festival della Danza Oriente-Occidente di Rovereto, allestita nella bella sede del MART di via Rosmini. Questi ricordi hanno ravvivato il mio amore per la danza e per la musica. Ed è su questa spinta che Sarima ha danzato.

danzano-i-soffitti-delle-stanze-di-laura1

danzano i soffitti delle stanze di Laura 1996

Nel blog di mlgrimani fra non molto apparirà tutta la storia di questa  esperienza con lettere, scritti e immagini.

Read Full Post »

in questo momento sto suonando canzoni napoletane del passato, bellissime!

Per molti anni ho cercato di capire dove le mie passioni mi avrebbero portata. Amavo la musica, sognavo il pattinaggio artistico, ho preso lezioni di canto, di danza, di pianoforte, dipingevo piccoli paesaggi con i colori ad olio, scrivevo poesie. Giravo attorno al campo artistico a 360° ma non riuscivo a fermarmi e scegliere definitivamente la mia strada. Poi, verso i trent’anni finalmente la scelta: tradurre in immagine ciò che penso , che leggo e sento, usando tecniche diverse e a volte inventate lì per lì. Una bella sfida!

Sarima Giha in soli tre mesi ha accumulato esperienze velocemente, viaggiando oltre il tempo e lo spazio, non è che si sarà magari approfittata anche della mia di esperienza? La trovo un po’ egoista e la invidio. Si può invidiare il proprio avatar?

Quando studiavo pianoforte, nel passaggio dalla teoria alla pratica, mi sono accorta che non sarei mai riuscita a suonare, mi mancava quel tipo di coordinamento che è la dote principale del musicista, orecchio, manualità e predisposizione.

Sarima questo lo sa: sa che nel mio profondo rimpiango di non potermi esprimere con la musica ed è per questo che in ogni land dove ci sia un pianoforte, un’arpa, una batteria, un organo lei deve mettersi a suonare, e magia…una musica bellissima, perfetta, esce dagli altoparlanti accanto a Marisa che muove i tasti del suo computer e la guarda estasiata.

Read Full Post »